Il diario di Goodstaff

Privacy SI, ma non riusciamo a rinunciare ai Social Network

Fino a poco tempo fa non eravamo in tanti a preoccuparci di quello come i siti tipo Facebook o Google potessero fare della nostra privacy o del contenuto da noi condiviso.

Questo, appunto, fino a qualche periodo fa quando il caso “datagate” ha destabilizzato i governi di tutto il mondo e di conseguenza anche tutti gli utenti naviganti. La settimana scorsa ha incalzato la questione anche una delle compagnie telefoniche mondiali come la Vodafone esponendo il problema dove, soprattutto in Italia, i paesi utilizzano la via legale per ottenere conversazioni o metadati relativi alle stesse e in alcuni casi si attaccano direttamente ai cavi per setacciare autonomamente il traffico.

Recente fu uno studio dove evidenziava un dato davvero eclatante: a livello globale circa l’87% degli intervistati pensano che sia necessaria una regolamentazione chiara per impedire alle aziende di vendere e acquistare dati senza il consenso specifico di chi li possiede.

Noi invece vi facciamo un’altra domanda… quasi una provocazione: Sareste disposti a concedere un po’ della vostra privacy per una maggiore convenienza?

Mettendo la lente di ingrandimento sul Belpaese, si scopre che a cambiare regolarmente password è il 41%. Mentre il 67% interviene sulle impostazioni della privacy dei social network quando si iscrive e il 69% blinda i dispositivi con una password. C’è poi un dato che fa un po’ sorridere: l’89% degli italiani non gradisce che altri utenti vengano in contatto con le sue informazioni personali. Il 64%, però, non può più fare a meno dei social media.

Quindi in sostanza siamo disposti ad aumentare il grado di privacy per ogni dato o contenuto che intendiamo condividere ma allo stesso tempo facciamo largo uso dei social network contrastando questa metodologia per quanto severa possa essere.

Fra 5 anni come sarà la storia? La passione per la condivisione diminuirà o continuerà a viaggiare in controtendenza con le preoccupazioni?

 

TUTTO FOOD poche ore prima dell’apertura

Anche quest’anno, con grande soddisfazione, Goodstaff Adv è presente al TUTTO FOOD di Milano, per raccontare ai visitatori l’Incanto, la Magia e il Piacere di un’eccellenza del nostro territorio.

 

 

 

Facebook GooApp, un nuovo modo per comunicare


Per promuovere la visibilità di un’azienda, di un negozio, del proprio business oggi, come sappiamo bene, ci vengono in grande aiuto i social network.
Attraverso l’integrazione dei classici e dei nuovi media abbiamo creato “Il favoloso Mondo di Elisabetta”, un’operazione di marketing integrato (campagna tabellare, web promotion, in store promotion, facebook strategy) per convogliare gli utenti all’interno della fan page Elisabetta Mondo.
Il fulcro dell’operazione è l’applicazione creata ad hoc per questa pagina: gli utenti, diventati fan, possono giocare periodicamente entrando nelle stanze di una casa dall’aspetto fiabesco, e immergersi alla ricerca di oggetti misteriosi. Ogni utente ha la possibilità di votare i propri articoli preferiti, decretando ogni settimana un vincitore, al quale sarà applicato uno strepitoso sconto.
Un semplice gioco che mette in campo più obiettivi: una strategia mirata all’aumento dei Mi piace; la creazione di una community di utenti a cui riservare dei privilegi; la trasformazione degli utenti coinvolti in una mailinglist dettagliata.

 

Buon Natale 2012!

 

Quando la Pubblicità incontra l’Arte

DLV BBDO, dopo uno spot radio tuttora on air su Virgin Radio, ha realizzato per Rolling Stone Magazine uno spot illustrato in animazione. In 30 secondi si mette in scena la metamorfosi della Vita.
Una metamorfosi che appartiene a TANTI di noi. Un susseguirsi di emozioni forti, la nascita, le prime esperienze, l’amore, il sesso. Un bianco nero severo e  deciso a rappresentare il dualismo della vita, quello del prima, quando le emozioni dominavano l’esperienza , e quallo del dopo, quando l’esperienza ingabbia la Rock Star che si nasconde dentro di noi.
“Che fine hai Fatto?” Più che una domanda è un  monito finale.
Un invito, per l’appunto “Back To Rock”.

 

Coca Cola docet

Un’idea originale e brillante con cui il brand dei brand festeggia il primo compleanno della sua radio on line, Coca Cola FM.
Il prossimo numero del magazine brasiliano Capricho avrà un copertina assolutamente unica. Arrotolando la rivista e inserendo l’Iphone nella linguetta, la musica sarà perfettamente amplificata. DA PROVARE!

 

Una linea di cereali senza glutine si rifà il look

Il nuovo package della linea australiana Freedom Foods segue una strategia di progettazione finalizzata a creare un’immaginario amichevole e familiare.
E lo fa per dimostrare in maniera giocosa ai consumatori che si è realmente ciò che mangia.


Prima era così:

source: The Dieline